Scuola di Italiano

DSC_0136
Vai alla galleria foto/video della Scuola di ItalianoI volontari:

La scuola offre la possibilità ai cittadini stranieri comunitari e non, di frequentare corsi di lingua e cultura italiana, a vari livelli, per acquisire o approfondire le conoscenze necessarie ad una maggiore integrazione nella vita sociale.
Finalità principale è quindi fornire le conoscenze base (A1 e A2) e più avanzate della lingua italiana, non solo per destreggiarsi nella vita quotidiana ed intessere rapporti sociali nelle comunità in cui le persone straniere si trovano a vivere, ma anche per poter ricercare un lavoro, punto di arrivo fondamentale per la dignità e la libertà di ogni essere umano.
Gli iscritti provengono da tantissimi paesi (Albania, Bangladesh, Burkina Faso, Camerun, Cina, Egitto, Eritrea, Etiopia, Filippine, Ghana, Liberia, Mali, Marocco, Moldavia, Nigeria, Pakistan, Perù, Polonia, Romania, Senegal, Somalia, Sri Lanka, Ucraina) e quindi partono da un grado di scolarizzazione e di conoscenza dell’italiano molto diverso tra loro. Questo obbliga i volontari a non seguire un rigido percorso didattico, ma adattare le lezioni alle reali esigenze degli iscritti.
La scuola d’italiano però non deve rimanere fine a sé stessa, ma trasmettere il senso di accoglienza agli studenti, che al termine del percorso dovrebbero sentirsi “meno stranieri” e più parte integrante della vita locale.

I corsi:
Le iscrizioni sono aperte tutto l’anno e i corsi diurni e serali, completamente gratuiti, si svolgono da ottobre a gennaio e da febbraio a fine maggio con queste modalità:

Mattina: mercoledì e venerdì h 10:00 – 11:30
Pomeriggio: martedì e giovedì h 15:30 – 17:00
martedì e giovedì h 17:30 – 19:00
Sera: lunedì, martedì e mercoledì h 20:30 – 22:00

Durante l’anno scolastico, la scuola organizza inoltre eventi, feste aperte agli iscritti in occasione delle festività italiane e altre iniziative, volte all’apprendimento della lingua.

I Volontari:
A chi fosse interessato a prendere parte alle attività della scuola, non sono richieste particolari competenze, ma è importante la costanza nell’impegno (due volte a settimana per la mattina e il pomeriggio; una volta a settimana per la sera) e la volontà di aiutare ed accogliere gli studenti.
Per i nuovi volontari è previsto un mini corso di formazione e un periodo iniziale di affiancamento a volontari più esperti, con la possibilità futura di seguire in autonomia un gruppo di studenti.
La scuola dispone inoltre di materiali, libri di testo e di grammatica, di cui i volontari possono usufruire per preparare e svolgere le lezioni, in base al livello degli iscritti (base, intermedio, avanzato).
Infine i volontari sono tenuti a partecipare alle riunioni della scuola (non più di due a quadrimestre), come momento fondamentale di confronto e accrescimento.

Per saperne di più…
La scuola ha iniziato a svolgere la sua attività, parecchi anni or sono, nell’ambito del Centro d’Ascolto, accogliendo un numero via via crescente di studenti.
Da settembre 2012, si è voluto valorizzare questa attività come progetto a sé stante dell’Albero di Cirene, proprio in ragione del crescente numero di insegnanti volontari/studenti coinvolti e per l’esperienza maturata e consolidata negli anni precedenti.
Recentemente la scuola è stata dedicata alla maestra “Paola Moruzzi”, che circa una decina di anni fa, insieme ad altri volontari, intuì l’importanza prioritaria dell’apprendimento della nostra lingua da parte dei cittadini stranieri (rifugiati e non) per costruire un vero e proprio “ponte” verso la cultura di queste persone, che altrimenti non avrebbero modo di conoscere e vivere la realtà italiana.
Tale fulgida idea, ha permesso comunque un arricchimento reciproco, in quanto i volontari hanno l’opportunità di venire a contatto con usanze, tradizioni e aspetti culturali altrimenti sconosciuti, per poter superare le purtroppo comuni diffidenze verso lo “straniero”.

1 thought on “Scuola di Italiano”

  1. Buona Sera

    Sta sera ho partecipato alla festa di arte migrante, davvero una bella serata?.
    Ho visto la vostra presentazione e vorrei insegnare italiano agli stranieri.

    A chi  di voi mi posso rivolgere??.

    Attendo notizie.

    Un saluto

    Sara 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *