news

Ricordati di donare il 5×1000

Carissimo\a,
mentre ti scriviamo nessuno sa come evolverà la situazione in Ucraina che ci sta tenendo tutti con il fiato sospeso.

Con la grave crisi energetica i costi di conduzione delle case di accoglienza, dei trasporti di beni di prima necessità e tanti altri nostri servizi sono destinati ad aumentare, possiamo continuare a tenere aperte le case e stare vicini alle persone solo grazie al tuo dono!


In questi 20 anni di volontariato sono tanti i progetti di assistenza, cura, ascolto, condivisione, pace e dialogo che abbiamo messo in campo a favore delle persone più bisognose proprio grazie a te!
Scriverti oggi è un modo per ringraziarti del supporto che ci hai dato finora e chiederti di sostenere fin da subito i rami dell’Albero di Cirene donando il tuo 5×1000 inserendo il codice fiscale 91223160374 .

Donare il 5×1000 è semplice e gratuito!

Infine ti ricordiamo che puoi decidere oggi quale ramo sostenere facendo una semplice donazione e continuare ad arricchire il nostro albero di frutti!
Grazie per la tua generosità!

news

Attenzione! Cambio data assemblea

Vi informo che per problemi organizzativi è necessario riprogrammare la data dell’ Assemblea annuale che a differenza di quanto comunicato in precedenza si terrà il giorno 30 maggio 2022, alle ore 23.00 presso la sede dell’associazione in Via Massarenti 59 – Bologna, in prima convocazione e il giorno

Mercoledì 1 Giugno 2022, alle ore 20.00

stesso luogo, in seconda convocazione qualora occorra, per discutere e deliberare in merito al seguente Ordine del giorno:

  1. Verifica dei progetti 2021, esame del rendiconto al 31 dicembre 2021 e della relazione predisposta dal Consiglio direttivo e delibere conseguenti;
  2. Programmazione per l’anno 2022;
  3. Varie ed eventuali.

Continue reading “Attenzione! Cambio data assemblea”

stop the war 3
news

incontro con Natascia, profuga ucraina

Natascia è una donna Ucraina invalida che la sera del sabato 2 aprile caricammo in pulmino alla stazione di Leopoli assieme ad una mamma con i suoi tre figli e l’altra mamma con un bimbetto che poi questi alla frontiera Ucraina non lasciarono passare perché non aveva il passaporto cartaceo.
Ora Natascia, che ha avuto accoglienza presso l’istituto Trombelli di Idice, sarà qui da noi in Sala Tre Tende giovedì 21 aprile, alle ore 21.00 e ci darà testimonianza della guerra che l’Ucraina sta vivendo in queste settimane sempre più cruente: Natascia donna invalida ma coraggiosa e solerte nel narrare le tristi vicende di queste settimane.

Chi vuole partecipare potrà venire: custodiamo in noi sentimenti di condivisione e pure di aiuto… pure in denaro che lasciato qui in parrocchia andrà a sostenere donne e bambini che sono già qui secondo i loro bisogni e là pure dove vivono i loro mariti e figli adulti attraverso le vie certe della Caritas

news

Convocazione assemblea 2022

I Signori Soci dell’Albero di Cirene odv sono convocati per l’Assemblea annuale il giorno 30 aprile 2022, alle ore 23.00 presso la sede dell’associazione in Via Massarenti 59 – Bologna, in prima convocazione e il giorno

Venerdì 20 Maggio 2022, alle ore 20.00

stesso luogo, in seconda convocazione qualora occorra, per discutere e deliberare in merito al seguente Ordine del giorno:

  1. Verifica dei progetti 2021, esame del rendiconto al 31 dicembre 2021 e della relazione predisposta dal Consiglio direttivo e delibere conseguenti;
  2. Programmazione per l’anno 2022;
  3. Varie ed eventuali.

Continue reading “Convocazione assemblea 2022”

stop the war 3
news

l’Albero in Ucraina con la Carovana della pace – un racconto

Leopoli.

Una mescolanza fortissima di momenti di grande condivisione esultante assieme tra i duecento e più partecipanti e la tristezza e dolore percepibile delle persone accumulate presso e dentro la stazione ferroviaria.
Il grigiore della città la cui vita in modo ingannevole sembra normale fa pensare al grigiore di distruzione a pochissime centinaia di kilometri da qui con i volti di donne bimbi e anziani affaticati e che trascinano borsoni e valige verso la ricerca di altre terre da abitare….che inutile e vergognosa sofferenza e distruzione di animi!!!!

Al ritorno, appena scesi dal pulmino in territorio austriaco la signora Natascia ha alzato gli occhi al cielo e ha detto: “No bum bum”
Lei è una delle cinque persone che abbiamo caricato e portato con noi in Italia.
Una signora scappata dal Donbass con il suo gatto Sofia e il suo deambulatore, a piedi e un po’ in “ciuff ciuff”, come dice lei per farsi capire.
Purtroppo il nostro viaggio ha dovuto fare i conti anche con la burocrazia ucraina, la quale ha impedito di superare la frontiera a Yehor (Igior) di solo sei anni e sua madre. L’immagine in piena notte di questa donna in lacrime e il suo bambino sarebbe da copertina dei migliori quotidiani. Eravamo increduli e impotenti. Davanti a fatti del genere ti chiedi quanto dolore e distruzione lascerà ancora questa guerra.

Ciò che abbiamo vissuto è grazie ai tanti che lo hanno reso possibile sia con le donazioni in medicinali e in generi alimentari non deperibili e pure tanto in euro. E poi con un lavoro preparatorio di ore di scatoloni da riempire i due pulmini grazie a Chiara, Clara e Pina pure a Paolo Boschi perché i documenti fossero a posto: grazie!
Poi nell’arrivo grazie per la prima accoglienza a Daniela e Renzo e ad alcuni ragazzi di casa canonica oltre alla premura di Paola Calanchi e di Antonio per accompagnarli alla registrazione alla Caritas e questura e per l assistenza sanitaria.
Tutto iniziato e avvenuto per iniziativa e guida e accompagnamento della Papa Giovanni XXIII associazione di don Oreste Benzi.

news, Pamoja

Giornata di solidarietà Bologna-Iringa

Carissimi amici,
in un periodo così difficile e travagliato vogliamo tenere viva la speranza della fratellanza.
Fratellanza che tra la chiesa di Bologna e quella di Iringa va avanti da 48 anni.
In occasione della giornata di solidarietà tra Bologna e Iringa di Domenica 20 marzo vi invitiamo a condividerla assieme:
Mercoledì 16 marzo ore 21
don Enrico Faggioli in dialogo con  Mons. Giovanni Silvagni tornato da  Mapanda presso la  Parrocchia S.Vincenzo De’ Paoli ( Via Adelaide Ristori, 1 – Bologna)  e disponibile online in diretta streaming sul canale youtube CENTRO MISSIONARIO BOLOGNA  https://www.youtube.com/channel/UCVxRoaUlep69kiGlGwwWeFA
Domenica 20 marzo ore 17,30
S.Messa Episcopale presieduta dal Cardinal Zuppi ( Cattedrale di S.Pietro – Bologna)
news

Santa Bakhita

Lunedi 7 Febbraio 2022, alle ore 19:00, presso la Parrocchia di S. Antonio di Savena in via Massarenti 59, sarà celebrata la S. Messa presieduta dal Cardinale Arcivescovo di Bologna, S. Em. Matteo Maria Zuppi, in memoria di S. Giuseppina Bakhita, la suora sudanese che da bambina fece la drammatica esperienza di essere rapita e fatta schiava, divenuta poi simbolo universale dell’impegno della Chiesa contro la tratta.

L’iniziativa, organizzata dai volontari del progetto NON SEI SOLA dell’associazione “Albero di Cirene odv”, ha il desiderio di richiamare l’attenzione sulla “Giornata Mondiale di Preghiera e Riflessione contro la Tratta” che si svolge ogni anno l’8 febbraio; giornata promossa dagli Istituti religiosi delle Madri Superiori dell’UGSI – Unione Internazionale delle Superiori Generali.

L’iniziativa di preghiera vuole essere una luce che illumina l’oscurità della TRATTA di esseri umani che rappresenta una delle ferite più profonde inferte dal sistema economico attuale.

Il tema dell’ottava Giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta è:

La forza della curadonne, economia, tratta di persone”.

La pandemia ha acuito il dolore delle persone vittime di tratta, ha favorito le occasioni e i meccanismi socioeconomici alla base di questa piaga e ha esacerbato le situazioni di vulnerabilità che hanno coinvolto le persone maggiormente a rischio, in modo sproporzionale le donne e le bambine.          Con la pandemia la società e le istituzioni hanno riscoperto il valore della cura delle persone come pilastro di sicurezza e coesione sociale e l’impegno per la cura della casa comune per mitigare gli effetti avversi del cambiamento climatico e del degrado ambientale, che colpiscono soprattutto i più poveri.  Come suggerito dalle encicliche di Papa Francesco, Laudato Si e Fratelli Tutti, ….la “forza” della cura è l’unica strada percorribile per contrastare la tratta di persone e ogni forma di sfruttamento.

Dall’8 febbraio all’8 marzo prossimi, i volontari e le volontarie del progetto NON SEI SOLA dedicheranno ad altre iniziative in favore delle donne vittime di tratta, col desiderio di rinnovare lo spirito di solidarietà e la “Forza della CURA” che ha contraddistinto l’operare dell’associazione Albero di Cirene odv nei suoi 20 anni di attività in favore delle persone in difficoltà. 

 

#PrayAgainstTrafficking

news

#PrayAgainstTrafficking

La forza della cura, donne, economia, tratta di persone

Questo è lo slogan dell’ottava giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta di persone che si terrà l’8 Febbraio 2022 festa di santa Giuseppina Bakhita, monaca sudanese, che da bambina ha vissuto l’esperienza traumatica di essere vittima della tratta di esseri umani.

La nostra associazione da deciso di aderire a questa giornata promossa dalle Unioni dei Superiori e dei Superiori Generali degli Istituti Religiosi per ricordare il tema purtroppo sempre attuale della tratta e della violenza sulle donne. Il progetto Non Sei Sola per quella occorrenza ha organizzato la celebrazione di una santa messa presieduta il Cardinale Arcivescovo Matteo Maria Zuppi che si terrà il giorno 7 febbraio ore 19 presso la Sala 3 Tende della parrocchia di Sant’Antonio di Savena.

Ti aspettiamo!

#PrayAgainstTrafficking