news, Non Sei Sola

Preghiera contro la tratta con il Cardinale Zuppi

Mercoledi 7 Febbraio 2024 alle ore 19:00, presso la parrocchia di sant’Antonio di Savena via Massarenti 59, i volontari dell’associazione Albero di Cirene insieme alla comunità Papa Giovanni xxiii, ai rappresentanti della Caritas Diocesana ed altre realtà della Diocesi di Bologna impegnate nel sostenere ed accogliere persone vittime di tratta e sfruttamento, animeranno la S. Messa presieduta dal Cardinale Matteo Maria Zuppi Arcivescovo di Bologna.

L’iniziativa è proposta in preparazione alla X giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta che si svolgerà a Roma, il giorno 8 febbraio giornata di memoria liturgica di Santa Giuseppina Bakhita, con il raduno in Piazza San Pietro di tanti giovani per condividere e raccontare le loro esperienze ed animare il pellegrinaggio online trasmesso in diretta streaming sul sito www.preghieracontrotratta.org

Attraverso lo slogan Ascoltare, Sognare, Agire ci proponiamo di rinnovare l’impegno di tanti operatori, educatori, volontari impegnati nell’accoglienza , protezione ed integrazione di quelle persone che hanno dovuto attraversare il calvario dello violenza della tratta di esseri umani che trova la sua linfa nei fenomeni migratori, di sfruttamento di genere, povertà e accattonaggio, matrimoni forzati, sfruttamento della prostituzione, lavoro schiavizzato e compravendita di minori e di organi di esseri umani.
L’incontro di preghiera, oltre a voler essere un momento di comunione con le persone accolte , promuove il desiderio delle nuove generazioni di partecipare all’impegno e alla sensibilizzazione in difesa di uomini, donne e bambini schiavizzati, sfruttati, abusati come strumenti di lavoro o di piacere e spesso torturati e mutilati.

HASTAG UFFICIALE 2024: #PrayAgainstTrafficking

news, Non Sei Sola

ROSARIO PER CHRISTINA

LUNEDI 06 NOVEMBRE 2023, ore 20:30, ti aspettiamo presso il parcheggio Hotle la Pioppa, via Marco Emilio Lepido 217, insieme ai volontari del progetto Non sei sola dell’Albero di Cirene, al Cardinale Arcivescovo di Bologna Matteo Maria Zuppi,  alla comunità papa Giovanni XXIII, alle comunità rumene ortodosse ed altre realtà civili e religiose del territorio, dove percorreremo in preghiera un breve tratto della via emilia ponente per recarci in processione in via delle serre presso il cippo dedicato a Christina, per rinnovare l’impegno e ringraziare i volontari ed i sostenitori che in occasione del 20 anniversario di attività dell’associazione, hanno contribuito al rinnovo dei locali di Casa Magdala per l’accoglienza delle donne richiedenti asilo, vittime di tratta e di violenza.

Non è la mia ragazza!“ è con questa provocazione che i nostri volontari ripropongono la 15° iniziativa di preghiera in memoria di Christina, giovane madre, straniera, vittima di tratta e sfruttamento della prostituzione, uccisa da un cliente nel novembre del 2009.
Il radunarci ogni anno, in prossimità dell’anniversario di questo tragico evento, è un modo per conservare la memoria e costruire la cultura del rispetto verso le donne, a partire da quelle che sono ai margini della nostra società.
“Non è la mia ragazza” è un appello ai giovani, per contrastare la cultura del possesso, del dominio, della mercificazione. Una deriva narcisistica in cui i “NO” non accettati sfociano in violenza e follia distruttiva, spesso omicida.
“Non è la mia ragazza” è un pensiero che vogliamo contrastare, per non scivolare nell’indifferenza verso le donne che vivono ai margini delle nostre comunità, promuovendo al contrario una cultura del farsi prossimo.
“Non è la mia ragazza” è un sentimento cinico e di disprezzo che vogliamo cambiare nella percezione di quelle donne giudicate complici o responsabili della propria condizione di vittima di violenza.

news, Non Sei Sola

Save the date! Non è la mia ragazza

Si avvicina l’anniversario dell’assassioni di ChristinaTepurula, da 14 anni l’Albero di Cirene, oggi in collaborazione con altre associazioni organizzara una serata di preghiera per le vittime di tratta e di violenza., lungo le strade della città.

Ti aspettiamo

LUNEDì 6 NOVEMBRE,

ritrovo alle 20.30 c/0 parcheggio Hotel La Pioppa
via Marco Emilio Lepido 217

Anche quest’anno ci sarà il nostro Arcivescovo, Cardinale Matteo Maria Zuppi e le autorità civili del Comune e del Quartiere

Sollecitiamo la partecipazione e la diffusione dell’invito

 

 

news, Non Sei Sola

1 ottobre, ricorrenza della canonizzazione di S. JOSEPHINA BAKHITA

Riparte il servizio a Casa Magdala dopo alcune settimane di sospensione utili al rinnovo dei locali programmato in occasione del 20° anno di attività dell’associazione. Facciamo i nostri auguri alle volontarie M. e M. per il loro servizio, in attesa di completare l’allestimento dei locali per riaprire l’accoglienza alle donne richiedenti asilo e vittime di tratta. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno pertecipato al progetto Non Sei Sola in questi anni, ed in particolare a chi sta sostenendo attivamente e materialmente il rinnovo dei locali di Casa Magdala. Speriamo presto di ritrovarci tutti insieme per riaprire le porte dell’accoglienza di cui c’è tanto bisogno. Affidiamo all’intercessione di S. Bakhita l’impegno preso in aiuto di queste nostre sorelle, memori della dedizione e della speranza che abbiamo ereditato dalla testimonianza di Don Oreste Benzi.

Auguri Magdaline!

news, Non Sei Sola

Camminare per la dignità

MARTEDÌ 7 FEBBRAIO ALLE ORE 19:00
presso la Parrocchia di S.Antonio di Savena, via Massarenti 59, in occasione di santa Bakhita, si terrà la S. Messa presieduta dal nostro Arcivescovo Card. Matteo Maria Zuppi .

Anche quest’anno, all’interno della giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta di persone che si terrà l’8 Febbraio 2023 festa di Santa Giuseppina Bakhita (monaca sudanese, che da bambina ha vissuto l’esperienza traumatica di essere vittima della tratta di esseri umani),  la nostra Associazione e i volontari del Progetto Non Sei Sola promuovono un momento di preghiera insieme.

#PrayAgainstTrafficking

Vi aspettiamo

Qui il volantino che puoi condividere con i tuoi contatti: Messa S. Bakhita

news, Non Sei Sola

Foto-video momento di preghiera per le donne vittime della tratta

Grazie a tutti quelli che ieri nonostante il freddo hanno partecipato al momento di preghiera per le donne vittime della tratta e di violenza. Grazie al nostro Arcivescovo di Bologna, Card. Matteo Maria Zuppi, alla Presidente della Commissione Consiliare del comune di Bologna dott.ssa Maria Caterina Manca per essere stati con noi e aver ricordato con parole sentite tutte le vittime della tratta e l’impegno dei volontari che quotidianamente si spendono in strada per incontrare queste donne vittime di violenza.

Grazie ai gestori dell’agriturismo che ci hanno preparato un caldo ristoro.

Qui la sintesi della serata dal canale di 12 Porte


Qui invece è riportato l’intervento completo del Cardinale

Qui trovi la notizia della serata 

news, Non Sei Sola

Momento di preghiera per le donne vittime della tratta e di violenza

Mercoledì 23 novembre 2022, alle ore 20.30, insieme alla Comunità Papa Giovanni xxiii e altre realtà civili e religiose del territorio ci ritroveremo insieme all’Arcivescovo di Bologna, Card. Matteo Maria Zuppi, in via del Vivaio n. 2 presso il Centro Beretta Molla, Quartiere Borgo Panigale.

Successivamente ci dirigeremo, in preghiera con flambeaux, in via delle Serre, nei pressi della rotonda del camionista, luogo dove nel Novembre del 2009, Christina Ionela Tepuru ha terminato tragicamente la sua vita, vittima di uno sciagurato assassinio.

Il radunarci ogni anno, in prossimità dell’anniversario di questo tragico evento, è un modo per conservare la memoria delle tante donne vittime di tratta e di violenza.

Attraverso l’esortazione di Papa Giovanni Paolo II “L’amore è il sentimento più bello che il Signore ha posto nell’animo degli uomini, ci mettiamo in cammino per riscoprire la bellezza della relazione tra le persone liberate dalla sopraffazione della violenza.

Quest’anno, in occasione del centenario dalla nascita di Gianna Berretta Molla, esempio di fede, volontà e coraggio, ci auguriamo di rinnovare l’impegno personale e di comunità  nel ribadire il valore universale della tutela della vita  e tracciare  insieme sentieri di solidarietà, vie di fuga , corridoi umanitari, percorsi protetti ed approdi sicuri per chi scappa dalla violenza e dalla povertà.

Condividi la news ed il volantino con i tuoi contatti!

Ti aspettiamo

news, Non Sei Sola

Momento di preghiera in memoria delle donne vittime della tratta e della violenza

Lunedì 29 Novembre 2021 alle ore 20.30, i volontari del progetto “ NON SEI SOLA”,  si ritroveranno insieme alla comunità Papa Giovanni xxiii ed altre associazioni civili e religiose del territorio Bolognese, in Via delle Serre, (rotonda del Camionista), nei pressi del cippo in memoria delle donne vittime di tratta e di violenza, luogo dove, nel novembre del 2009, Christina Ionela Tepuru, vittima di sfruttamento della prostituzione è stata assassinata.
Il radunarci ogni anno in prossimità dell’anniversario di questo tragico evento è un modo per conservare la memoria e costruire la cultura del rispetto verso le donne, a partire da quelle che sono ai margini della nostra società fino ad arrivare al centro della nostra città e in tutti i luoghi in cui si manifesta la violenza. Dedicando un momento di preghiera e di riflessione alla presenza del Cardinale Arcivescovo di Bologna e delle autorità civili e religiose del territorio, desideriamo scuotere le coscienze di ognuno di noi , per dire no alla tratta e alla violenza sulle donne e per dire si all’accoglienza e alla tutela delle vittime
Quest’anno in Particolare vorremmo ricordare ADELINA, ex vittima di tratta, lasciata sola dallo Stato che aveva aiutato.
Condividi il volantino con i tuoi amici
Qui le foto del momento di preghiera

Questo il video della serata
news, Non Sei Sola

Aggiornamenti da Non sei sola!

Negli ultimi mesi, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia, il progetto ha continuato le sue attività nel rispetto delle varie norme e ci piace condividere quanto è stato fatto!

Da ottobre 2020 a febbraio 2021 sono state fatte 43 uscite serali e negli ultimi due mesi abbiamo sperimentato 5 uscite diurne, in quanto il fenomeno dello sfruttamento è cambiato (per andare incontro al coprifuoco serale delle 22) e abbiamo deciso di aggiungere uscite diurne, per avere comunque modo di incontrare le ragazze con i gesti semplici ed umani che accompagnano questo servizio. A seguito delle uscite diurne, 3 ragazze nigeriane hanno chiesto un colloquio. Con una di loro (di Reggio Emilia) è stato fatto un primo incontro prima che iniziasse la “zona rossa”; per quanto riguarda le altre due ragazze, che attualmente non dovrebbero essere in strada: per una di loro (che viene sempre da Reggio Emilia) si è in attesa di poter tornare a pianificare un incontro appena ci sarà la possibilità di muoversi; l’altra, che viene da Ferrara e che per telefono ci ha espresso, oltre al desiderio di cambiar vita, anche alcune esigenze più materiali legate a questo momento, è stata messa in contatto con una rete di volontari presenti a Ferrara per poter fornirgli un sostegno, in attesa poi di poterla incontrare.

In questo periodo abbiamo svolto 2 incontri di sensibilizzazione: uno online il 24 gennaio, con il gruppo scout di Reggio Emilia ed uno il 15 febbraio presso lo studentato gestito dalle suore Canossiane che ospita qui a Bologna studentesse universitarie.

Nel weekend del 6-7 febbraio e per il giorno di Santa Bakhita (8 febbraio) abbiamo organizzato una vendita di primule per autofinanziamento destinati al sostegno materiale dell’Unità di strada e di Casa Magdala ed abbiamo raccolto circa 1.300 euro.

L’8 febbraio, il giorno di Santa Bakhita abbiamo celebrato in parrocchia ed on-line una messa in ricordo della santa e di tutte le vittime di tratta

Abbiamo organizzato un incontro con Cecilia e Alice, operatrici di Casa S. Bakhita dell’Ass. Papa Giovanni XXIII, che ci hanno parlato della vita nelle case di accoglienza che ospitano ragazze vittime di tratta, portandoci la loro esperienza diretta.

E a Casa Magdala cosa succede? In questo momento la volontaria Greta, sta facendo vita di condivisione in casa con due ragazze nigeriane accolte, le quali stanno ancora cercando lavoro impegnandosi nel frattempo nello studio della lingua italiana. In questi mesi le volontarie esterne hanno continuano a mantenere i contatti con le ragazze in casa attraverso momenti in presenza o online a seconda del periodo, mentre Greta mantiene i rapporti con l’associazione frequentando settimanalmente gli incontri con le altre case comunitarie (casa canonica, casa san Nicolò, Casa del Nardo).

 

Stay connected – stay tuned 😉